venerdì 24 marzo 2017

DODECAHEDRON kwintessens

"kwintessens"

Release date: March 17th, 2017

Label: Season Of Mist

Country: Holland

Style: Extreme Dark Metal

Track-list
1. Prelude
2. TETRAHEDRON - The Culling of the Unwanted from the Earth
3. HEXAHEDRON - Tilling the Human Soil
4. Interlude
5. OCTAHEDRON - Harbinger
6. DODECAHEDRON - An Ill-Defined Air of Otherness
7. Finale
8. ICOSAHEDRON - The Death of Your Body


L’universo del metal estremo sembra non conoscere confini. Ed è in questa moltitudine di galassie ancora da esplorare che gli olandesi Dodecahedron sembrano trovare la forza per esprimere al meglio la loro straordinaria abilità compositiva.

Per quanto ci si possa sforzare di analizzarlo minuziosamente, il nuovo album kwintessens rimane avvolto da un profondo mistero.  Tenendo bene a mente l’influenza artistica di band come  Deathspell Omega e Ulcerate, la magnificenza di questo secondo lavoro va ben oltre le più rosee aspettative. Tracce come "TETRAHEDRON" e "HEXAHEDRON" sono l’esempio lampante di come le chitarre riescano ad insinuare emozioni inquietanti e sinistre prima di immergersi in suoni caotici ma carichi di tecnica.
Le ritmiche sono cosi dinamiche e forsennate da ricreare una sorta di palpitazione tribale, sulla quale solo il vocalist Michiel Eikenaar riesce ad elevarsi, come una fiamma dal magma nero delle chitarre.
Anche se a tratti la ricerca maniacale della perfezione può frenare la loro espressività emotiva, i Dodecahedron forniscono sempre interessanti spunti di introspezione. Esemplificativa in questo senso è la titletrack, vero punto di equilibrio fra le origini del black metal scandinavo e le più recenti evoluzioni sperimentali sbocciate negli Stati Uniti.

Un album che si candida con autorevolezza tra le opere oscure più esaltanti del 2017.

8.5/10
Michela 

Line-up
M. Eikenaar: vocals
M. Nienhuis: guitar, composition
J. Bonis: guitar, sound synthesis
Y. Terwisscha van Scheltinga: bass
J. Barendregt: drums


WEDNESDAY 13 svela il video di "What The Night Brings" e i dettagli del nuovo album


WEDNESDAY 13 ha appena pubblicato il video di 'What The Night Brings', primo singolo tratto dal nuovo album “Condolences”, che rappresenta anche il suo debutto sulla nuova etichetta Nuclear Blast.


WEDNESDAY dichiara "Sono davvero eccitato all’idea di svelarvi il video di 'What The Night Brings'. È posta in apertura del disco e offre un ottimo antipasto del restante materiale. Abbiamo lavorato con il regista Matt Zane (SOCIETY ONE) che ha davvero contribuito a dare un’atmosfera spettrale al tutto. La canzone mi ricorda una versione heavy metal del tema di 'The Nightmare Before Christmas'! È stato molto divertente girare delle scene extra in cui ero vestito da demone pronto per un rituale! Non immaginavo che fosse così difficile cantare con delle zanne, ma ce l’ho fatta!”.

I pre-ordini dell’album (CD e vinile) sono già attivi

Condolences” verrà pubblicato il 2 giugno su Nuclear Blast. L’album è stato prodotto, mixato e masterizzato da Chris "Zeuss" Harris (HATEBREED, ROB ZOMBIE). L’artwork è opera di Travis Smith (OPETH, KATATONIA, NEVERMORE).

“Condolences” track list:
01. Last Rites 
02. What The Night Brings
03. Cadaverous
04. Blood Sick
05. Good Riddance
06. You Breathe, I Kill
07. Omen Amen
08. Cruel To You
09. Eulogy XIII
10. Prey For Me
11. Lonesome Road To Hell
12. Condolences
13. Death Infinity

WEDNESDAY 13 si esibirà dal vivo nelle seguenti date:
04.06.   D           Leipzig - Wave Gotik Treffen
05.06.   D           Cologne - Luxor
06.06.   NL         Eindhoven – Dynamo EZ
08.06.   IRL         Dublin – Voodoo Lounge
09.06.   NIR        Belfast – Limelight 2
10.06.   UK         Castle Donington – Download Festival, 'Dogtooth Stage'

BELPHEGOR annunciano i dettagli del nuovo album




I diabolici sovrani europei del death/black metal BELPHEGOR hanno appena terminato le parti di batteria e basso del loro nuovo sinistro capolavoro. L’undicesimo album del gruppo s’intitolerà “TOTENRITUAL”. Le nove canzoni pregne di magia oscura e di furiosa brutalità vedranno la luce il 15 settembre. Poco dopo la pubblicazione del disco, Serpenth [basso, grugniti], Bloodhammer [batteria] e il cantante, chitarrista e fondatore Helmuth Lehner partiranno per un lungo tour mondiale.


I BELPHEGOR saranno tra i protagonisti del Colony Open Air di Brescia il 23 luglio!

DIE APOKALYPTISCHEN REITER - rivelano il titolo del nuovo album


"A rider's descending from heaven, a bleeding volcano..."

»Der Rote Reiter« (ital.: »Il cavaliere rosso«) guida i suoi eredi musicali nella battaglia. Con questo “cavaliere rosso”, i DIE APOKALYPTISCHEN REITER celebrano un rapido ritorno a casa. E’ passato un po’ di tempo da quando la band suonava così tumultuosa e potente. All’interno di un soundscape apocalittico, raggiungono un delicato equilibrio tra speranza e distruzione. Il peso infernale e l’intensità dei brani uniti a piacere e gioia sono le basi di questo decimo studio album. Il disco è passionale e intenso in ogni suo aspetto. Sarà pubblicato nell’estate 2017 e il tour inizierà in autunno.

La band ha affermato:
Siamo pronti a tornare on the road. La discesa dal paradiso di un cavaliere, ricoperto di sangue. Torneremo sul palco, la terrà tremerà e noi daremo il massimo. Ci aspettiamo riffs pesanti, moshpit selvaggi e ovviamente di rivedere tutti voi. Non suoneremo ai festival nel 2017 ma i ticket per i nostri prossimi show sono già disponibili su www.reitermania.de. Ci vediamo in autunno, REITER maniacs.”

»Der Rote Reiter« è stato prodotto dalla band e dai co-produttori Alexander Dietz (HEAVEN SHALL BURN) e Eike Freese (DEEP PURPLE, KAI HANSEN) ai Chameleon Recording (ChemicalBurn Studios).

Dice il co-produttore Alexander Dietz sul nuovo album dei REITER:
“I DIE APOKALYPTISCHEN REITER sono tornati. Senza pietà, freschi e con tanta voglia di suonare. Hanno superato facilmente l’equilibrio tra una potenza irrequieta e una raffinata bellezza.


Finnish metal group Noumena releases new album “Myrrys” in April, new song out now


Finnish metal group Noumena will release their fifth studio album ”Myrrys” on the 28th of April. The album is a strong follower to Noumena’s previous album ”Death Walks With Me” released four years ago.

- Metsän viha is an upbeat opening track of the album, which is a great choice as a single as well.  The song combines catchy melodies, badass riffs, overwhelming drumming and Andy’s and Suvi’s merciless growls. Lyrics deal with the humanity’s ability to destroy everything vital and dear, comments guitarist Tuukka Tuomela, who has composed the song.

The album is an eloquent combination of 90’s style melodic death metal and melancholic Finnish mollie tunes. The album is mixed and mastered by the metal visionary Dan Swanö, who has ensured wide and dynamic sounds. “Myrrys” offers a musical journey all the way from catchy upbeat moments to sturdy and desolate emotions.

With melodies, riffs, sounds and lyrics, “Myrrys” paints a picture of a mindscape filled with contradictions and Northern despair. The album title “Myrrys” (old Finnish) refers to ruckus, tumult or uproar. So far, Noumena has sticked to English as lyrical language, but the album themes, including Finnish nature and cultural heritage, and intimate stories required the use of Finnish. Every band member has contributed to songwriting, and the formidable cover art is crafted by Finnish young talent Otto Lehtonen.

“Myrrys” is Noumena’s second album with vocalist Suvi Uura, who contrasts and balances skillfully Antti Haapanen’s growls with her deep voice. Uura joined Noumena in 2009 and the rest of the band are original members in the band turning 20 years in 2018.

On the album release day (28.04.2017) Noumena will also release their next official music video directed by Jyrki Murtomäki.

Myrrys” is released by Haunted Zoo Productions, which is an independent record label established by Noumena members. Distribution by Playground Music and Inverse Records. Released in Russia by FONO under the license from Haunted Zoo Productions. Album is released in CD/LP/DIGI.

Myrrys:
1. Kohtu 0:51
2. Metsän viha 4:25
3. Kirouksen kantaja 5:39
4. Sanat pimeydestä 4:10
5. Sanansaattaja 9:50
6. Roihu 4:29
7. Murhehuone 5:37
8. Pedon veri 3:54
9. Syvällä vedessä 9:48 

Noumena are
Antti Haapanen - growls
Suvi Uura - clean vocals, growls, piano
Ville Lamminaho - guitars, mandolin
Tuukka Tuomela - guitars
Hannu Savolainen - bass
Ilkka Unnbom - drums

Ulsect release second new song taken from debut album


ULSECT are premiering the second track taken from their self-titled debut album, which has been slated for release on May 12th.

The Dutch death metal innovators are now streaming "Our Trivial Toil" exclusively via Metalhead.

Regarding the song premiere, ULSECT comment: "The track 'Our Trivial Toil' depicts absolute futility. The colliding ways of man leading to inevitable doom. The oppressive force displayed throughout this song makes it one of the heaviest on our debut; even midst passages of deceptive calm, imminent terror lurks beneath the surface, ready to seize occasion…"

Line-up
Dennis Maas - vocals
Arno Frericks - guitars
Joris Bonis - guitars
Dennis Aarts - bass
Jasper Barendregt - drums



giovedì 23 marzo 2017

ANCARA - Garden Of Chains

"Garden Of Chains"

Release Date: on March 3rd 2017


LabelConcorde Music Company

Country: Finland 

Style: Alternative Hard Rock

Tracklist:
1. The End (Easier Than Love)
2. Wake Up
3. Feeding The Fire
4. Changes Come
5. Ending Mode
6. Child Of The Sun
7. Perfect Enemy
8. Incomplete
9. The Warmth
10. Garden Of Chains
11. Better Man

Dalle nostre parti sono pressoché sconosciuti, ma i finlandesi AncarA sono una band dalla carriera trentennale e con un folto seguito in madrepatria. Formatisi nel 1985, inizialmente la band si chiamava Metal Circus, nome poi modificato in Resistance dopo alcuni anni. Finalmente, nel 1995, la formazione si è assestata ed è arrivato il cambio di monicker definitivo: AncarA.

I finlandesi propongono un riuscito mix di alternative rock, pop e hard rock, dalle sonorità moderne e radio-friendly. “The End (Easier Than Love)” è uno degli episodi più heavy del lavoro: le chitarre sono decisamente metal, il groove è incisivo e le tastiere danno un’atmosfera quasi gothic. La seguente “Wake Up” è invece vicina a sonorità A.O.R., con la voce acuta di Sammy Salminen che svetta in un ritornello ruffiano. Il singolo “Ending Mode” sta già volando alto nelle charts finlandesi, e la cosa non stupisce perché è un brano dal notevole appeal radiofonico, piacevole e catchy. Da non perdere il relativo videoclip girato ai piedi dell’Everest, a oltre 4000 metri di altezza. 
“Child Of The Sun” e “The Warmth” colpiscono per i loro toni eterei e raffinati, con numerose sfumature elettroniche, mentre con “Perfect Enemy” torniamo ad un suono più heavy e graffiante,  in cui anche la voce di Salminen si fa più incisiva. Bellissima la title-track, una semi-ballad malinconica e drammatica. 

Ci troviamo di fronte ad un lavoro dalle notevoli potenzialità, Garden Of Chains ha tutto per puntare in alto: suoni curati, canzoni valide e un paio di potenziali hit che potrebbero davvero fare il botto. Da ascoltare.

7,5/10
Andrea

Line-up:
Sammy Salminen – vocals
Juha “Juice” Wahlsten – guitar
Toni Laroma – guitar
Toni Hintikka – bass